10 passaggi fondamentali per fotografare l’acqua in movimento

La bellezza della natura è un obiettivo che ogni fotografo vuole catturare e la presenza dell’acqua può dare all’immagine “qualcosa in più” rendendola originale e particolarmente interessante, soprattutto nella fotografia di paesaggio.

In questo articolo elencherò 10 passaggi per fotografare l’acqua in movimento.

Added to wishlistRemoved from wishlist 0
fotografia-di-paesaggio
In offerta
1 mese ago

Fotografia di Paesaggio: da principiante a esperto

99.99 15.00 -85%
Scopri come scattare foto di paesaggi migliori durante i tuoi viaggi
Migliore offerta a:udemy.com

1. Prepara l’attrezzatura appropriata

Per ottenere buone foto dell’acqua che scorre è necessario disporre dell’attrezzatura giusta per ottenere ottimi risultati. In questo caso, quello che vogliamo catturare è un’immagine che metta in risalto la bellezza della natura, come cascate, fiumi e via dicendo, quindi solo la fotocamera non basterà.

Prepara un obiettivo grandangolare per fare in modo che le foto abbiano una buona composizione. È inoltre necessario disporre di un filtro a densità neutra, un treppiede e un telecomando a scatto remoto per evitare vibrazioni al corpo macchina quando scattiamo.

2. Scegli un luogo adatto per fotografare l’acqua in movimento

Sembra ovvio, ma non lo è. Non c’è bisogno di cercare una grande cascata ma è importante che l’acqua scorra forte. Con una forza sufficiente da generare schiuma. Questa schiuma è ciò che alla fine vedremo come un alone bianco. 

fotografare-l'acqua-in-movimento-luogo-01

3. Imposta la fotocamera in manuale 

Per tali foto, è necessario disporre di una fotocamera che possa essere controllata manualmente. Non importa se si tratta di una fotocamera SLR, mirrorless o compatta.  Le dimensioni non sono affatto importanti, ma devono avere controlli manuali in modo da poter regolare la velocità dell’otturatore e l’apertura. Questi sono i due meccanismi di base con cui controlliamo la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo. 

4. Utilizza un treppiede 

Per iniziare a scattare l’acqua in movimento bisogna impostare un tempo di esposizione lungo, quindi è necessario posizionare la fotocamera su un treppiede.  Inoltre, se non vogliamo che la nostra attrezzatura venga danneggiata è meglio tenerla il più lontano possibile dall’acqua. 

5. Utilizza un filtro a densità neutra (filtro ND) 

Se vuoi ottenere una buona foto di una cascata in movimento, devi assicurarti che alla tua attrezzatura non manchi un filtro a densità neutra. Questo accessorio può ridurre la quantità di luce che entra nell’obiettivo, senza alterare il colore o la nitidezza raggiunta nell’immagine.  

fotografare-l'acqua-in-moviemto-filtro-nd

Questo filtro è adatto per fare foto a lunga esposizione. Per usarlo, è necessario aprire maggiormente il diaframma o ridurre la velocità dell’otturatore. Se non ne hai uno, non preoccuparti, questo accessorio ci aiuterà solo a limitare l’ingresso della luce. 

6. Usa la messa a fuoco manuale 

Quando devi fotografare l’acqua in movimento, ti consiglio di selezionare la messa a fuoco manuale invece di quella automatica. Se vuoi foto fantastiche devi adattarle all’illuminazione e allo scenario. Inoltre, se intendi utilizzare un filtro, non dovresti ignorare la modifica manuale.

Last update was on: 14 Gennaio 2021 02:46

7. Imposta un’apertura piccola del diaframma

Scegliendo l’apertura più piccola (numero f grande) consentita dall’obiettivo otterremo due cose.  Prima di tutto, la profondità di campo dovrebbe essere la più ampia possibile, cosa che di solito è consigliata nella fotografia di paesaggio, a meno che tu non voglia utilizzare una profondità di campo più ridotta per enfatizzare elementi importanti nella composizione.  

Il secondo punto più importante è che ci permetterà di compensare la luce che entra attraverso l’obiettivo con una bassa velocità dell’otturatore. 

8. Imposta una bassa sensibilità ISO 

Più basso è il valore ISO selezionato nella nostra fotocamera, maggiore è il tempo di esposizione che la fotocamera impiegherà per scattare foto. ma soprattutto, eviterà perdita di qualità e nitidezza. 

9. Attendi che la luce si attenui 

Meno luce c’è, meglio è. Meglio perché la fotocamera dovrà esporre più a lungo e questo favorirà il nostro scopo. Pertanto, puoi aspettare che il luogo sia completamente in ombra o scattare all’alba o al tramonto. 

10. Controlla l’esposizione della fotocamera prima di scattare 

Per evitare di “bruciare” le aree bianche dell’acqua, si consiglia di rivedere attentamente le impostazioni. In questo modo eviterai che i dettagli dell’acqua fuoriescano come una macchia bianca e non rovinerai il tuo scatto. 

Conclusione

Se questo tutorial ti è piaciuto ti consigliamo di iscriverti al nostro canale Telegram per essere informato quando verrà pubblicato il prossimo tutorial.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM
Non perderti tutorial, guide, offerte e molto altro.
image

Daniele Fanni

Mi chiamo Daniele, sono un fotografo professionista specializzato in fotografia di paesaggio e ritratto. Ho creato questo blog per condividere tutte le conoscenze che ho acquisito in 10 anni di lavoro per cercare di aiutare chi si approccia per la prima volta a questo bellissimo mondo della fotografia.

Fototutorial - Corsi di fotografia online