4 suggerimenti per ottenere il massimo dall’obiettivo kit 18-55mm

La fotografia è un hobby costoso, ma non così costoso come potresti pensare. Se stai iniziando, non è necessario acquistare una fotocamera professionale come la Canon 5D Mark IV. Ovviamente, avere attrezzature professionali fa la differenza, ma non sono tutto. Nelle prime fasi dobbiamo sfruttare appieno l’attrezzatura di base che abbiamo.

Quindi, in questo articolo vi darò dei suggerimenti per ottenere il massimo dall’obiettivo kit 18-55mm fornito dalle fotocamere.

Corso Fondamentale di fotografia digitale
Corso Fondamentale di fotografia digitale
Fotografia digitale dalla A alla Z, partendo dalle basi fino ad arrivare alle tecniche avanzate per apprendere ogni aspetto della fotografia.

1.Usa aperture e lunghezze focali di gamma media

Quando si sospetta che la qualità dell’obiettivo non sia molto buona se le condizioni di luce lo permettono la prima cosa da fare è cercare di utilizzare l’apertura e la lunghezza focale intermedia. Gli obiettivi solitamente raggiungono la massima qualità quando si utilizzano lunghezze focali e diaframmi al centro della gamma.

Quindi, la qualità delle foto scattate con aperture e lunghezze focali massime e minime saranno leggermente ridotte. La maggior parte degli obiettivi fornisce risultati migliori quando si scatta con un’apertura compresa tra ƒ 5.6-ƒ11 e lunghezza focale media.  

Ovviamente, in alcuni casi, è necessario utilizzare un’apertura maggiore a causa di condizioni di scarsa illuminazione o perché si desidera una profondità di campo inferiore. In questi casi, dovresti tenere in considerazione che si possono impostare ISO o tempi di posa più lenti.

2.Usa bene lo stabilizzatore d’immagine 

Al giorno d’oggi, quasi tutte le fotocamere hanno uno stabilizzatore integrato nel corpo della fotocamera o nell’obiettivo, una risorsa molto utile per ottenere la massima nitidezza. Grazie a questo, possiamo scattare a una velocità inferiore a quella consigliata a seconda della lunghezza focale che utilizziamo.  

Quindi, ad esempio, se utilizziamo un obiettivo con la lunghezza focale di 60mm è raccomandato scattare almeno 1/60 di secondo. Tuttavia, utilizzando lo stabilizzatore, saremo in grado di scattare a velocità inferiori, ciò significa che potremmo scattare anche a 1/15 o 1/8 di secondo senza problemi, il che sarà molto utile per evitare la necessità di aprire il diaframma quando c’è poca luce.

Tuttavia è importante fare alcuni test e comprendere appieno la nostra attrezzatura per capire quanto possiamo fidarci dello stabilizzatore. 

3.Ottimizza la sfocatura 

L’apertura è direttamente correlata alla sfocatura. Lo svantaggio dell’obiettivo 18-55mm è la profondità di campo, sarà maggiore di quanto desideri, ma puoi migliorarla con delle semplici tecniche: 

  1. Mantieni una buona distanza tra il soggetto e lo sfondo. Questo è importante perché solo così puoi ottenere una maggiore profondità di campo sullo sfondo.  
  2. Massimizza la lunghezza focale a 55 mm e ingrandisci il soggetto, inquadra l’immagine e fai clic. 

In alcuni casi, potresti anche dover aggiungere uno sfondo a determinati ritratti. Tutto ciò che devi fare è ridurre la lunghezza focale almeno a 24mm in modo da poter scattare bellissime foto con lo sfondo incluso. 

4. Utilizza un treppiede  

Posizionare la fotocamera su un treppiede dà la possibilità di un tempo di posa più lungo e di ottenere così più luce. Ciò compenserà anche la mancanza di luminosità e aprirà le porte alle fotografie a lunga esposizione, un mondo che devi assolutamente scoprire. 

Libri consigliati:

Daniele Fanni

Sono un fotografo specializzato in fotografia paesaggistica con sede in Sardegna. Ho creato questo Blog per cercare di aiutare chi si approccia per la prima volta al mondo della fotografia. Visita il mio sito web danielefanni.it