Tutto quello che devi sapere sulla messa a fuoco in fotografia

Le modalità di messa a fuoco in fotografia sono una questione complessa che spesso “spaventa” a chi si sta approcciando a questo mondo. Poiché, se sbagli la messa a fuoco, anche se tutte le altre impostazioni della fotocamera sono corrette, ti ritroverai con delle foto sfocate e quindi da cestinare. Uno dei modi migliori per evitare di commettere errori è conoscere i diversi metodi di messa a fuoco e le possibilità che offrono. In questo articolo cercherò di spiegarti quali sono i diversi tipi di autofocus e come funzionano.

Come funziona l’autofocus

La maggior parte delle DSLR utilizza un sistema di autofocus chiamato “autofocus passivo“. Questa tecnologia è determinata dall’analisi elettronica, che funziona tramite il rilevamento dei punti di contrasto presenti nella scena e sposta l’anello di messa a fuoco fino a quando il soggetto non raggiunge la massima nitidezza. È la più precisa e affidabile, motivo per cui è la più utilizzata.

Quindi, richiede luce e contrasto per funzionare in modo efficace. Se provi a mettere a fuoco su un muro bianco, scoprirai che non funziona perché non ha una trama che può essere utilizzata per confrontare le distanze. Vedi questo articolo su come mettere a fuoco di notte 

D’altra parte, abbiamo “l’autofocus attivo” che può essere tramite ultrasuoni, oppure tramite infrarossi, che funziona con una fotocamera che invia un segnale (luce infrarossa o segnale ad ultrasuoni) e un sensore in grado di calcolare la distanza del soggetto che vogliamo mettere a fuoco.

ll sistema di messa a fuoco attiva può funzionare in condizioni di scarsa luminosità, ma ha una limitazione della distanza poiché gli ultrasuoni e gli infrarossi a grande distanza non possono essere rilevati dal sensore dell’autofocus. In questo caso, la fotocamera mette a fuoco all’infinito.

Masterclass sulla fotografia: Corso Completo

15,00 89,99 disponibile
Last update was on: 11 Giugno 2021 15:43

Come realizzare foto stupende: Il miglior corso completo di fotografia per principianti e avanzati

Quali sono le modalità principali della messa a fuoco in fotografia?

In fotografia è possibile utilizzare due modalità per mettere a fuoco, la prima è la modalità automatica e la seconda è la modalità manuale.

messa-a-fuoco-in-fotografia-impostazioni-obiettivoModalità automatica:

Questa modalità consente alla fotocamera digitale di trovare la messa a fuoco corretta. Ciò significa che la fotocamera è responsabile della messa a fuoco sulla scena. In questa modalità quello che devi fare è premere a metà il pulsante di scatto è in un attimo la fotocamera e ti mostrerà visivamente o acusticamente che il soggetto è stato messo a fuoco.

Modalità manuale:

La messa a fuoco manuale era l’unica opzione disponibile per i fotografi prima dell’invenzione dell’autofocus. Quindi, contrariamente alla messa a fuoco automatica, in questa modalità il compito del fotografo è indicare alla fotocamera il punto che vuole evidenziare. Questo viene fatto ruotando la ghiera dell’obiettivo fino a quando il soggetto che vogliamo fotografare risulti nitido.

I punti focali

Il punto AF è un elemento importante che dobbiamo controllare quando siamo in modalità AF (messa a fuoco automatica). Qui citerò le opzioni disponibili nella maggior parte delle fotocamere DSLR.

AF a punto singolo: questa è l’impostazione più accurata perché la fotocamera troverà il punto esatto da mettere a fuoco. L’area di messa a fuoco è piccola e quindi più precisa. Tuttavia, devi ricordare che non funziona correttamente in tutte le situazioni, solitamente è più utilizzata per oggetti statici.

AF ad area dinamica: simile al punto singolo, tutto ciò che devi fare è selezionare il punto in cui desideri mettere a fuoco l’immagine. Da quel momento in poi, la fotocamera metterà a fuoco in base alle informazioni ottenute dai punti AF circostanti. Questa modalità viene utilizzata quando si scattano soggetti in movimento come animali e atleti.

AF automatico: in questa modalità, il tuo dispositivo ha il pieno controllo nel decidere quale parte della scena deve essere messa a fuoco. Tuttavia, questa funzione non è sempre accurata e viene utilizzata raramente. Quindi ti consiglio di non usarla quando hai bisogno di un maggiore controllo sul punto AF.

Manuale completo di fotografia. Dalla tecnica al linguaggio fotografico. Con CD-ROM

Questo libro, interamente a colori e ricco di immagini esplicative, tratta in maniera completa, chiara e approfondita sia la tecnica fotografica (analogica e digitale) sia il ...

Modalità di messa a fuoco automatica

Oltre ai punti di messa a fuoco, è necessario comprendere anche la modalità di messa a fuoco fornite dalla fotocamera. Di solito ce ne sono tre, anche se a seconda della telecamera potrebbero essercene di più o di meno.

Vediamo cosa sono e in quali circostanze dovrebbero essere utilizzati:

AF-S o One Shot: Questa modalità è particolarmente utile quando si scattano soggetti fermi (come ritratti, paesaggi, prodotti, ecc.). Il suo funzionamento è molto semplice. Dopo aver premuto a metà il pulsante di scatto, la messa a fuoco viene bloccata sul punto selezionato e non cambia. Ciò significa che se ti sposti di qualche centimetro in avanti o indietro, devi ricordarti di rimettere a fuoco il soggetto.

messa-a-fuoco-in-fotografia-afs

AF-C o AI Servo: Questa modalità è l’ideale quando si scattano soggetti in movimento (come sport o fauna selvatica). Il suo funzionamento è lo stesso delle altre modalità di messa a fuoco. Bisogna premere a metà il pulsante di scatto e la fotocamera inizierà a mettere a fuoco continuamente il soggetto fino a quando non decidiamo di scattare.

messa-a-fuoco-in-fotografia-modalità

AF-A o AI Focus: È meglio utilizzare questa modalità quando ci si aspetta che una situazione statica diventi una situazione in movimento (come quando si fotografano cani o bambini), poiché consente di passare da un sistema statico a seguire automaticamente i soggetti in movimento.

messa-a-fuoco-in-fotografia-af-01

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM
Non perderti guide, tutorial, suggerimenti e tecniche per aiutarti a migliorare le tue abilità fotografiche.
image

Mi chiamo Daniele, sono un fotografo professionista specializzato in fotografia di paesaggio e ritratto. Ho creato questo blog per condividere tutte le conoscenze che ho acquisito in 10 anni di lavoro per cercare di aiutare chi si approccia per la prima volta a questo bellissimo mondo della fotografia.

Fototutorial - Corsi di fotografia online
Logo