9 consigli per la fotografia di cibo che dovresti sapere

Negli ultimi anni, soprattutto grazie ai social network, la food photography (fotografia di cibo) è diventata sempre più popolare. Quello che molte persone non sanno è che c’è un duro lavoro dietro queste foto che vediamo ogni giorno su Facebook o Instagram.

Se vuoi sapere come creare queste bellissime immagini di cibo (che spesso stuzzicano l’appetito), segui questo tutorial.

Last update was on: 19 Novembre 2020 20:02

1.Fai uno schizzo prima di scattare foto di cibo

Se stai appena iniziando devi capire cosa vuoi catturare. I fotografi professionisti consigliano di fare degli schizzi prima di scattare foto del cibo poiché ritengono che una guida aiuterà a comporre bene l’immagine. Quindi, raccogli idee su carta e matita insieme agli elementi che utilizzerai per realizzare in modo ordinato la tua fotografia.

fotografia-di-cibo-disegno

2. Scegli uno sfondo appropriato

Per scegliere uno sfondo adeguato a quello che vuoi immortale, considera il tuo obiettivo. Di solito si usa uno sfondo rustico e di colore piatto per evitare di oscurare i colori del cibo. Quello che consiglio è di posizionare pochi elementi sullo sfondo per non distrarre lo spettatore da ciò che è importante nell’immagine.

fotografia-di-cibo-sfondo-giusto

3. Gestisci la luce nella fotografia di cibo

Il tipo di illuminazione utilizzata dipende dalle tue esigenze e da ciò che hai a disposizione. Per gestire correttamente l’illuminazione quando si fotografa il cibo è meglio non utilizzare eccessivamente il flash. Se hai delle luci a tua disposizione, usale per iniziare a illuminare il soggetto, iniziando da un lato per vedere inizialmente come appare.

Altrimenti, le lampade da studio al tungsteno offrono una flessibilità illimitata, consentendo di controllare la direzione, la durezza e l’intensità della luce per ottenere l’effetto desiderato.

Un’altra alternativa sarebbe quella di utilizzare la luce diurna che passa attraverso le finestre, che può essere utilizzata per creare dei buoni effetti di luce: tutto ciò che devi fare è posizionare il tavolo vicino a una grande finestra e organizzare gli alimenti.

Una buona tecnica consiste nel ridurre le dimensioni dell’apertura della finestra utilizzando cartoncino nero, creando così una luce più direzionale.

4. Luce posteriore e laterale

Si consiglia di posizionare la luce principale dalla parte posteriore e laterale. Rispetto all’illuminazione frontale, questo tipo di illuminazione permette di risaltare meglio il volume del cibo, l’illuminazione frontale appiattirebbe il piatto e le pietanze non risalterebbero.

5. La prospettiva determina il risultato finale

Quante immagini di cibo hai visto scattate dall’alto? Per essere precisi, il piano zenitale è uno dei peggiori fotogrammi che possiamo trovare: i volumi si annullano a vicenda, le foto restano piatte, e molte volte non si distingue nulla.
Invece, scattando quasi a livello del piatto, si ottiene un primo piano realistico dove è possibile apprezzarne meglio la consistenza e il volume. È efficace con pizza, torta, crema e via dicendo, ma non per tutti gli alimenti.

fotografia-di-cibo-prospettiva-01

6. La messa a fuoco è molto importante nella fotografia di cibo

Quando si fotografa il cibo, la messa a fuoco deve essere sul punto più vicino alla fotocamera per rendere più nitida la parte anteriore del soggetto e sfocare gradualmente la parte posteriore.

Altrimenti potremmo ottenere un’immagine sfocata sulla parte anteriore e posteriore del piatto, ma focalizzata al centro, il che porterà una grande confusione visiva a coloro che guarderanno l’immagine.

7. Scatta le foto velocemente

Il cibo si deteriora facilmente, quindi dobbiamo pianificare tutte le foto necessarie per ogni piatto in modo rapido e accurato. Ad esempio, per un antipasto, forse basta una semplice foto; per un piatto principale, faremo qualche foto in più.

8. Dai movimento alla fotografia di cibo

Sicuramente avrai già visto su Internet questo tipo di scatti. Dare movimento è un’altra aggiunta alla fotografia di cibo. Per scattare queste foto, avrai bisogno di aiuto per gettare farina, verdure, spezie, ecc. Usa una velocità dell’otturatore elevata per distinguere il tuo lavoro.

9. L’editing è meglio naturale

Finché non eseguiamo elaborazioni aggressive, le impostazioni di base della fotografia (come contrasto, esposizione o correzione del colore) non saranno un problema. Grandi contrasti o filtri di colore sono risorse che non dovremmo usare, dobbiamo ottenere l’immagine più naturale e realistica possibile.

Conclusione

Ci auguriamo che applicherai queste tecniche a questo tipo di fotografia per aiutarti a capire la differenza nella qualità dell’immagine. D’altra parte, se oltre a scattare foto, vuoi realizzare i tuoi piatti, ti consiglio di visualizzare questo blog il mondo di ramy food dove potete trovare tantissime idee per realizzare dei piatti unici.

ISCRIVITI CANALE TELEGRAM
Se hai trovato questi suggerimenti interessanti ti consigliamo di iscriverti al nostro Canale Telegram per essere avvisato quando verrà pubblicato il prossimo tutorial.
image

Daniele Fanni

Sono un fotografo specializzato in fotografia paesaggistica con sede in Sardegna. Ho creato questo Blog per cercare di aiutare chi si approccia per la prima volta al mondo della fotografia. Visita il mio sito web danielefanni.it